La SEO per fotografi da matrimonio

by francesco 4.3K views7

La fortuna dei fotografi specializzati nei matrimoni è sempre più determinata dalla loro visibilità su Google. Oggi vediamo gli aspetti principali nell’ottimizzazione SEO per il sito web di un fotografo per matrimoni.

seo fotografo matrimonio
seo fotografo matrimonio

Mercoledi prossimo il mio socio Tano coronerà finalmente il suo sogno d’amore con la sua amata Martina. Questo articolo è dedicato a loro, che possano avere insieme la vita felice che meritano. Amen.

Ogni volta che ripenso a quanto costa in media il servizio fotografico per un matrimonio, mi sale puntualmente un groppo in gola, accompagnato spesso da due riflessioni che riassumo qui:

1)   Non mi sposo.

2)   Quanto guadagna un fotografo?

Se la prima riflessione è un assunto categorico, quindi immutabile, la seconda, apre una serie di considerazioni circa le variabili che fanno la fortuna di un fotografo per matrimoni.

Assumendo che anche nel mondo della fotografia cerimoniale ci siano professionisti che fatturano molto più di altri e che bene o male i costi per un servizio professionale sono abbastanza vicini, possiamo immaginare che le variabili dietro la differenza di fatturato siano:

– Lo stile: gli sposi scelgono il fotografo in virtù di quello che vedono nel suo studio, del sito web, o dell’approccio dialettico/comunicativo.

 – La visibilità: gli sposi scelgono il fotografo attraverso il passaparola oppure sempre più spesso, facendo una ricerca su Google.

Sullo stile si potrebbe dire tantissimo, ma lascio quest’argomento a chi è più preparato e agli esperti di marketing, perché a ragion veduta delle statistiche, un buon posizionamento organico può davvero fare la differenza in termini di fatturati anche (e tristemente) al di là della bravura del fotografo. Insomma, non è bello da dire, soprattutto a un fotografo che si è dedicato per tanti anni al suo lavoro con passione, ma in questo momento operatori meno esperti stanno facendo soldi a palate solo perché hanno un buon posizionamento nei motori di ricerca.

Detto questo, mettiamo le mani sul sito:

 

Check list ottimizzazione SEO

1)   Localizzazione: inutile puntare a posizionare “fotografo matrimonio” per via della competizione e soprattutto perché le ricerche in questo segmento sono sempre localizzate. Chi abita nella provincia di Napoli ad esempio, cercherà con ogni probabilità un “fotografo per matrimonio a Napoli”, per ottenere risultati più pertinenti. Ecco che diventa strategico utilizzare lo strumento Google Place for business per generare il risultato geo localizzato della tua attività direttamente nella serp di Google. È un ottimo strumento per scavalcare chi ha più anzianità ed è meglio posizionato in generale, ma “purtroppo” non ha lo studio nella città giusta.

2)   Struttura del sito: un problema che ho trovato spesso nei siti web dei fotografi, è la mancanza di struttura in generale e di testo in particolare. È chiaro che se fai il fotografo devi dare molto risalto alle tue foto, però per posizionarti serve testo strutturato, vale a dire che il tuo sito web deve avere una serie di contenuti che descrivano con chiarezza e cura il tipo di lavoro che fai, i servizi che offri, i materiali del book, i tempi di attesa e i costi anche approssimativamente. I contenuti devono essere facilmente navigabili, quindi provvisti di un buon numero di rimandi ipertestuali (link interni) e i titoli devono essere ottimizzati con attenzione alla lunghezza massima di 78 caratteri, utilizzando ikeyword tools di Google per la scelta della keyword. Mi raccomando, non scegliere parole chiave a caso!

3)   Inserisci l’authorship nel tuo sito: la maggior parte dei siti di studi fotografici non è ancora provvisto di ottimizzazione per Google authorship. Approfittarne in questo momento può offrirti un enorme vantaggio competitivo.

Attività off page

Se hai ottimizzato correttamente il tuo sito web, hai fatto un quarto del lavoro. Perché si posizioni per le chiavi con le quali hai ottimizzato i titoli, devi praticare attività esterne di link building, cioè devi mettere fuori una serie di link che puntano al tuo sito. I siti web sui quali pubblicare i tuoi link devono essere pertinenti, in pratica devi muoverti sulle “piazze virtuali” frequentate da persone che in qualche modo possono essere interessate al mondo della fotografia da una parte o dall’altra e per l’amor di Dio, lascia perdere le directory. Ok,quali sono queste piazze?

1)   Forum fotografia (per accreditarti nel tuo settore)

2)   Forum matrimoni (per il tuo pubblico di riferimento)

3)   Blog nuove tendenze, informativi e testate online 

Puoi selezionare e frequentare i siti web che ritieni più pertinenti, partecipando alle discussioni attraverso un commento o rispondendo al thread di un forum senza fare spam, inserendo in firma un tuo link per almeno 3 o 4 siti diversi al giorno.

Queste in breve sono le attività di base per fare posizionamento di un sito web per fotografi di matrimoni. Se hai bisogno di una consulenza specifica per il tuo progetto (ogni storia è un caso a sé), puoi contattarmi in privato.

Spero questo post ti sia utile, fammi sapere!