Come si impara la SEO

by francesco 1.1K views0

Qual è l’approccio mentale più adatto quando si segue un corso SEO o quando si studia per conto proprio? Quali sono le cose da sapere quando ci si immerge nel mondo dei motori di ricerca? Apri la mente e preparati, non è uno scherzo.

come si impara la seo
come si impara la seo

Fare SEO non è facile né piacevole, se pensi il contrario puoi anche smettere di leggere quest’articolo.

La SEO è un mestiere, come l’idraulico o l’elettricista. Per quanto possa sembrare semplice cambiare un flessibile o avvitare una presa della corrente, l’unico che possa insegnarti come fare un buon lavoro è colui che quel mestiere lo fa. Attento, non ho detto chi lo insegna, ma chi lo fa, insomma si tratta di capire se il tuo insegnante si guadagna da vivere facendo posizionamento nei motori di ricerca o insegnando a farlo. Come vedi, c’è una bella differenza!

Solo due persone possono insegnarti a fare SEO

1)   Un SEO

2)   TU

Nel primo caso è impossibile che un SEO in grado di fare posizionamento organico insegni in una scuola, perché se sai come si ottengono i risultati, non puoi avere tempo per organizzare e gestire una didattica in aula, dal momento che la giornata è fatta di 24 ore e se vuoi vivere devi dormire. L’unico SEO che fa al caso tuo è quello che riesci a rubare alle sue routine quotidiane per qualche ora al giorno, finché non ti trasmette il suo saper fare.

Puoi trovarlo su Google facendo una ricerca (altrimenti è strano) e valutare già dal suo sito e dal portfolio, la cura che mette nel lavoro.

D’altra parte, smascherare chi si occupa di vendere corsi più che di insegnare SEO è abbastanza semplice, perché come fa notare Simone Righini:

1)   Vanno sempre alle conferenze e spesso le tengono

2)   Non condividono mai il loro sapere attraverso il loro sito

3)   Sanno fare tutto

4)   (aggiungo io) Sono simpaticissimi

Nel secondo caso puoi fare come ho fatto io e buttarti nella mischia, aprendo una partita iva e imparando la SEO a tue spese, utilizzando Joomla o WordPress per fare esperimenti, commettendo errori, studiando i blog americani che vengono puntualmente riportati in italiano dai migliori seo blogger italiani, mentre gli altri quando non scrivono minchiate di loro pugno, continuano a postare le istruzioni per ottimizzare le intestazioni.

Quando sai di dover pagare le tasse e non hai voglia di tirare pacchi alla gente, la SEO la impari.

Ah, se la impari.

Come si approccia alla SEO

Di seguito ti lascio alcuni punti che a mio avviso rappresentano le condizioni fondamentali in cui devi immergerti per imparare a fare SEO:

1)   Osserva l’ottimizzazione dei titoli e dei meta dei siti web migliori che trovi, come quelli dei SEO bravi o delle grandi aziende (specie nel settore turistico).

2)   Impara a usare BENE gli strumenti di Google. (web master tools, keyword tools, trends, analytics e alert).

3)   Impara l’html, anche solo a livello delle conoscenze di base.

4)   IMPORTANTISSIMO: Devi capire da dove, con che frequenza e con quali anchor text arrivano link ai siti che stai osservando.

5)   Alla fine l’indicazione che vale di più: prendi nota di tutto e sii costante. Un SEO che si ferma (magari per tenere un corso di formazione in una scuola) è morto.

 

Che tu segua un corso oppure no, con il tempo imparerai a tue spese come si organizza uno schema di link in modo da evitare penalizzazioni. Quelle mazzate là, comunque non le potrai evitare facilmente.

Google è un software, tu sei umano. Non puoi violare le sue regole, ma quando avrai capito come aggirarle, sarai pronto. È tutto là fuori…

Buona caccia!