5 Domande per la SEO dei Ristoranti

by francesco 2.3K views0

Come migliorare la presenza di imprese locali come ristoranti, pub, vinerie e luoghi di ritrovo, sul web in generale e sui motori di ricerca in particolare. 5 domande da porci, non nel senso dei maiali.

seo ristoranti
seo ristoranti

I motori di ricerca ci consentono tanto di acquistare prodotti o servizi dall’altra parte del mondo, quanto di scoprire che a due isolati da casa nostra c’è una meravigliosa griglieria di cui ignoravamo l’esistenza. Se però è vero che chi ha interesse a raggiungere utenti distanti geograficamente ha spesso anche consapevolezza delle potenzialità del web in termini di promozione e visibilità, d’altra parte, chi gestisce un’attività locale, come ad esempio un ristorante, spesso ignora che il 46% delle prime visite verso attività di questo tipo avviene in seguito a una ricerca su Google. Praticamente una persona su due che entra per la prima volta in un ristorante nuovo, ci è arrivato grazie al web. Come ottimizzare dunque la propria presenza su internet a tale scopo?

Prima delle risposte, servono buone domande

·     Chi sono gli utenti che cercano un ristorante su Google?

·     Quali sono i luoghi sul web da presidiare per farsi trovare da chi effettua queste ricerche?

·     Come dev’essere gestito il sito web di un’attività locale?

·     Ci sono attività SEO specifiche per le imprese locali?

·     E oltre alla SEO?

1)   Le tipologie di utenti sono 2: turisti e residenti. Se può sembrare facile, soprattutto in una grande città, immaginare che il pubblico di riferimento del web sia composto per lo più da turisti, si pensi che il rapporto tra questi e l’utenza locale è quasi sempre sbilanciato in favore di quest’ultima, a meno che non parliamo di Firenze e Venezia, dove però i ristoranti sono in molta parte attività locali concepite per il turismo.

2)   I luoghi sul web da presidiare sono:

·      TripAdvisor (che non è utilizzato solo dai turisti)

·      2Night.it

·      Yahoo Answer

·      Portali eventi locali (cittadini)

·      Foodblog

3)   Tra questi luoghi, il sito web è spesso sottovalutato, ma è il più importante. Non c’è bisogno che stupisca gli utenti con effetti speciali, musiche e animazioni mozzafiato, sarebbe già tanto se avesse delle belle fotografie dei piatti e della sala, che consentisse la prenotazione e che avesse il menù aggiornato. Insomma, non è chiedere troppo, no? È veramente importante che il sito di un’attività locale come un ristorante sia responsive, cioè appositamente ottimizzato per una visualizzazione chiara anche attraverso smartphone e tablet.

4)   Sebbene il concetto di popolarità sia praticamente lo stesso da tener presente tanto nel posizionamento di un ecommerce quanto per un ristorante, ci sono alcuni aspetti nell’ottimizzazione SEO che vanno tenuti in considerazione specialmente nel caso in cui si voglia posizionare un’impresa locale:

·     Iscrivi il sito web a Google Place for Business in modo da creare una buona localizzazione sul motore di ricerca

·     Segnala il tuo sito web a tutti i portali tematizzati suglieventi serali

·     Segnala il tuo sito web sui principali portali turistici e di recensioni

·     Ottimizza quanto meno il titolo della homepage con la sintassi: Tipo di Locale | Città | Nome Locale. Es:Griglieria Napoli | Zio Jack

·     Rendi visibile il form di prenotazione e i contatti in tutte le pagine del sito, in modo da finalizzarlo

5)   Oltre la SEO ci sono i segnali sociali, che si coltivano con le PR digitali, indispensabili per creare buoni risultati di posizionamento organico, specialmente quando la concorrenza è elevata e la SEO da sola non basta più. Nello specifico:

·     Partecipa alle discussioni online su blog e forum di settore (senza fare il furbo)

·     Presidia una pagina facebook in cui postare due contenuti al giorno (non di più) tra foto dei piatti che proponi, curiosità generiche sul tipo di cucina di cui ti occupi o specifiche sul tuo locale

·     Investi un po’ di soldi in campagne localizzatesu Google AdWords o tramite facebook deals o ads. In poco tempo e senza spendere una fortuna, sarai in grado di capire quale fa al caso tuo

Certo se è vero che la pratica rende perfetti, non posso comunque aspettarmi che un ristoratore sia in grado di sviluppare tutto quanto suggerisco da solo. Per questo motivo mi propongo umilmente per seguire completamente, in parte, o anche solo a livello di consulenza il tuo progetto di visibilità sul web.

Ecco, l’ho detto chiaro e tondo. Vediamo se si capisce 🙂