Fare SEO tra SGE e Intelligenza Artificiale

by francesco 120 views0

Ultimo aggiornamento 22 Novembre 2023

Introduzione

Nel vasto mondo dell’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), l’intelligenza artificiale (IA) gioca un ruolo sempre più rilevante. Con lo sviluppo tecnologico, strumenti basati sull’IA stanno modificando sensibilmente – talvolta pericolosamente – le strategie SEO, offrendo nuove prospettive e soluzioni avanzate che per alcuni somigliano alla “pappa pronta”. In questo articolo, esploreremo le possibilità offerte da strumenti AI e proverermo a capire come stanno influenzando il panorama delle attività SEO.

Analisi SEO tramite Strumenti basati sull’IA

Capire il Contesto con AI-Powered Tools

Grazie all’IA, ora è possibile ottenere una comprensione più approfondita del contesto delle ricerche e delle intenzioni degli utenti. Strumenti come Clearscope e MarketMuse utilizzano l’IA per analizzare i contenuti esistenti e suggerire ottimizzazioni basate su ciò che funziona meglio nel contesto di determinate parole chiave. Ricordiamo che secondo le attuali linee guida di Google, un testo non deve essere necessariamente scritto da un essere umano. Google non penalizza i contenuti prodotti mediante AI, ma quelli di bassa qualità.

C’è una bella differenza, perché significa che Google premia i contenuti di qualità a prescindere da come vengono realizzati.

fonte: https://developers.google.com/search/blog/2023/02/google-search-and-ai-content?hl=it

Ottimizzazione del Contenuto con ChatGPT e Altri Tool AI

I professionisti del web copywriting stanno scoprendo l’efficacia di strumenti basati su modelli linguistici avanzati come ChatGPT. L’utilizzo di AI per la creazione di contenuti ottimizzati per i motori di ricerca sta diventando una pratica comune, consentendo di produrre testi più rilevanti e coinvolgenti.

Si risparmia tempo. Semmai sarà importante che chi utilizza questi tool sia davvero competente nell’ambito che tratta, altrimenti si rischierà di mettere online contenuti approssimativi o peggio imprecisi.

Estensioni per Google Chrome per l’Analisi di Pagina

Chrome SEO Tools Essentials

Estensioni come “SEOquake” e “MozBar” forniscono un’analisi dettagliata delle pagine direttamente nel browser. Con funzionalità come l’analisi dei backlink, la densità delle parole chiave – che ricordiamolo, non è un fattore di ranking di per sé – e la struttura HTML, queste estensioni semplificano il processo di ottimizzazione on-page.

Content Tools Integrati in Software Principali

Semrush e Sistrix: Oltre l’Analisi delle Parole Chiave

Semrush e Sistrix sono tra i principali software di analisi SEO che integrano strumenti avanzati per la gestione dei contenuti. Con funzionalità di analisi della concorrenza, ricerca delle parole chiave e monitoraggio delle posizioni nei motori di ricerca, questi strumenti offrono una panoramica completa per ottimizzare le strategie SEO. Ricordiamo in questo senso il topic tool research tool di Semrush e il Content assistant AI di Sistrix.

L’Importanza della Formazione su ChatGPT e il Prompting Avanzato

Le competenze nel web copywriting devono evolversi con l’utilizzo di strumenti come ChatGPT. La formazione su come sfruttare al meglio l’IA e il prompting avanzato diventa essenziale per rimanere competitivi nel settore, consentendo ai professionisti di velocizzare routine che precedentemente richiedevano molto tempo. Per favore evitate di comprare corsi da pseudo guru che due settimane fa non sapevano ancora allacciarsi le scarpe. Informatevi sulle persone, su cosa hanno fatto.

Competizione tra Bing e Google: La Search Generative Experience (SGE)

La SGE di Google: Un Nuovo Capitolo nella Competizione SEO

Negli ultimi tempi, Google ha lanciato la sua Search Generative Experience (SGE), un nuovo approccio alla ricerca che sfrutta l’IA per anticipare le intenzioni degli utenti. Questa evoluzione avrà un impatto significativo sul lavoro di chi si occupa di SEO, poiché le strategie dovranno adattarsi a un modo di ricerca più predittivo e personalizzato. Niente ansie però, perché le integrazioni del sistema SGE prendono lo spazio di uno snippet in evidenza, al di sotto del quale continueremo a vedere i classici – per quanto sia possibile chiamarli così – risultati organici. Uno sopra l’altro, come sempre.

Conclusioni

Il futuro della SEO è chiaramente legato all’evoluzione dell’IA e alla sua integrazione nei processi di ottimizzazione. Mentre gli strumenti basati sull’IA offrono nuove possibilità di analisi e ottimizzazione, è fondamentale che i professionisti si adattino a questo cambiamento rapido e abbraccino le nuove competenze necessarie. La competizione tra Bing e Google, con l’introduzione della SGE, renderà essenziale l’adattamento continuo delle strategie SEO per restare al passo con un panorama in continua evoluzione. La speranza intanto è che Google non faccia troppi disastri rilasciando aggiornamenti dagli esiti incontrollabili mentre insegue le Big Tech dell’intelligenza artificiale.

E speriamo bene.