Distribuzione di termini correlati, un case study SEO

by francesco 3.3K views3

Oggi ti parlo di un’esperienza basata sulla distribuzione di termini correlati a parole chiave. Un caso che riguarda un sito web nel settore tech di cui ho il piacere di poter parlare.

Distribuzione di termini correlati
Distribuzione di termini correlati

Premessa: i colleghi che si aspettano di vedere “i grafici” resteranno delusi. Chi invece cerca spunti da testare per fare posizionamento, continui a leggere con fiducia. Niente regole generali, solo la sequenza esatta delle mie mosse e i risultati ottenuti.

Pochi giorni fa ho pubblicato un video in cui parlavo del fatto che mi piacerebbe avere per le mani un software che oltre alla frequenza dei termini in un documento web, mi restituisse anche la distribuzione dei termini (almeno in percentuale). Di TUTTI i termini.

L’assunto è che uno o più termini rilevanti (non parole chiave) distribuiti uniformemente in un documento web che di per sé sviluppa tutti i topic più trattati rispetto all’ambito di ricerca per cui compete, può rendere l’intero documento più rilevante per le chiavi che mi interessa posizionare. (se non capisci il periodo, rileggilo piano).

Semplificando, una volta che hai preparato un contenuto ricco, distribuisci uniformemente alcuni termini nel testo, in modo che sviluppino in modo diffuso argomenti specifici.

Il contenuto su cui ho lavorato riguarda lo smartphone HTC A9 pubblicato dal sito alground.com.

Il focus era valorizzare l’articolo rendendolo più rilevante sia per la query esatta, appunto HTC A9, che per la stessa, seguita dal prefisso “recensione”.

L’articolo pubblicato il 22 ottobre era finito subito in quarta pagina, perché per quanto fosse curato, non era ancora abbastanza interessante. Cosa mancava?

 

Rilevanza

Ho proposto al giornale di distribuire le entità M8M9M7 per tutto il testo, tematizzandole sul confronto tra modelli di smartphone. Queste sigle sono risultate molto diffuse nelle conversazioni online tra utenti interessati a cogliere le differenze tra telefoni vecchi e nuovi dello stesso brand.

In particolare, rispetto all’M8 ho trovato come topic ricorrenti: M8 miniM8sM8 dual sim.

Una cosa interessante è che i termini “nuovo, ultimo, offerta, costo, prezzi, modelli, opinioni, recensioni” sono certo presenti in documenti simili, ma qui vengono distribuiti uniformemente fino a sviluppare questi grafici (per me gli unici che contano). 🙂

costo rilevanza
costo rilevanza

 

nuovo rilevanza
nuovo rilevanza

 

offerta rilevanza
offerta rilevanza

 

opinioni rilevanza
opinioni rilevanza

 

recensione rilevanza
recensione rilevanza

 

ultimo modello rilevanza
ultimo modello rilevanza

Un’altra idea interessante è stata menzionare anche i principali smartphone nella stessa fascia di prezzo, cosa che di certo fanno anche i concorrenti, ma in più ho proposto di muovere link a questa recensione, da quelle degli altri telefoni “in target” sullo stesso sito.

 

Topic N

A questo punto mi sono chiesto: cos’è che fa un sacco di traffico e che riguarda ogni nuovo smartphone, pur non essendo un argomento rilevante rispetto agli smartphone stessi?

Un buon monitoraggio delle piazze giuste (mention.com), mette in evidenza come le stesse persone interessate agli ultimi smartphone, cerchino spesso informazioni sugli ultimi titoli di videogiochi per mobile, i più forti del momento, menzionando anche le case produttrici. Perché non sviluppare questo topic?

Tutto qui, ho agito sui significati, distribuendoli uniformemente e osservando tanto. Ho utilizzato Semrush per individuare le chiavi correlate, in accoppiata con il wordtree per “vedere” come erano composti gli altri documenti, ma fondamentalmente ho cerato di comprendere una serp guardando attraverso essa.

Le chiavi posizionate sono:

 – HTC A9 (5° risultato)

 – Recensione HTC A9 (4° risultato)

 – Recensione HTC ONE A9 (3° risultato)

Le chiavi non hanno un volume di ricerca “incredibbile” e di certo questo case study non dimostra niente, ma forse sarà utile a quanti in questo periodo si avvicinano alla SEO con questo approccio, interamente basato sull’aumentare il valore di una pagina web.