Web marketing istantaneo

by francesco 1.1K views0

Corre l’idea che sul web non ci voglia molto a capire se un progetto funziona o se si sta perdendo tempo. In alcuni casi è vero, in altri penso proprio di no. Proviamo a capirci qualcosa?

Web marketing istantaneo
Web marketing istantaneo

Una delle cose che mi fanno più tristezza a parte la guerra, l’acne e l’eiaculazione precoce è l’idea che alcuni imprenditori abbandonino progetti vincenti perché non hanno ottenuto dal web i risultati che si aspettavano entro il primo anno.

Ma perché alcuni ecommerce esplodono relativamente presto mentre altri hanno bisogno di tempi diversi per andare in attivo?

Il web porta visibilità immediata alle tecnologie sociali e alle imprese il cui core business ha un forte riverbero sulle dinamiche di conversazione “orizzontale”.  

Traduco: se le persone parlano abitualmente del tipo di prodotti che vendi e (non dimentichiamocelo) se il tuo prodotto merita per qualità e comunicazione, il web ti premierà in tempi rapidissimi. Per questo motivo gli uomini di marketing 2.0 passano parecchio tempo a riflettere sui progetti di startup da portare avanti, cercando di intercettare le dinamiche di conversazione più social relativamente ad argomenti da associare a mood di consumo…infine ad un prodotto/servizio.

 

Ma sul web ci sono mercati floridissimi di prodotti sui quali pur tuttavia manca l’elemento 2.0 di condivisione e partecipazione. Migliaia di prodotti di nicchia, dei quali spesso solo gli appassionati sono a conoscenza, ogni giorno sono venduti in tutto il mondo e producono fatturati enormi. Proprio quelle aziende che vendono prodotti di cui nessuno parla mai su facebook, rivolgendosi ad un target specifico ed essendo (spesso) prive di concorrenza, riescono a tenere per sé il 100% del mercato su cui si affacciano: le guide per alpinisti, il videocorso di sopravvivenza, il servizio di incapsulatura per le sementi agricole, i prodotti per piscine e il mangime per lombrichi… ci crederesti se ti dicessi quanti soldi girano dentro queste nicchie?

 

L’unico problema dei prodotti di nicchia, che ripeto, rappresentano oggi e per il futuro la più grossa opportunità di business sul web, sono i tempi di startup.

 

Perché è naturale che un’azienda nuova o anche una storica, che approccia alla comunicazione web per la prima volta deve avere almeno tre anni di pazienza prima di andare per bene in attivo. Proprio di questo parlavo ieri sera a cena con Gaetano Paudicio, un caro amico che mi ha raccontato l’esperienza fatta lavorando con un ecommerce di vini pregiati: Il primo anno è stato in perdita, il secondo così e così, il terzo hanno cominciato a fatturare 2/3000 euro al giorno, quindi niente male tutto sommato, solo che non succede subito.

 

In questo caso il cliente è stato intelligente e lungimirante: ha capito (gli era stato detto e ci ha creduto) che nel suo segmento ci sarebbe voluto almeno un anno di lavoro prima di vedere qualcosa…come vedi il pay per click non è la risposta a tutti i problemi della vita 😉