Topicizzazione SEO dei documenti web

by francesco 1.4K views0

Spesso ho parlato dell’importanza di essere popolari e di cosa significa per un dominio o per un autore. Oggi vediamo come usare gli argomenti (topic) per rendere un contenuto appetibile agli occhi di Google indipendentemente dalla domain authority. Figata eh?

topicizzazione
topicizzazione

Ci sono siti e siti. Quelli popolari, qualunque cassata ci metti sopra (più o meno) li trovi sempre là. Avere un buon trust rank, misura di cui si parlava già nel 2008, agli occhi di Google è importante perché facilita molto il lavoro di un SEO, ma non è tutto nella vita.

Come si sa, “il potere” lascia spesso degli interstizi vuoti nei quali è possibile infilarsi, vale a dire che un contenuto “Davide” può avere la meglio su di un contenuto “Golia”, a patto che Davide con la sua fionda riesca a beccare Golia con un colpo secco in mezzo agli occhi. E di quel colpo secco parliamo oggi.

In principio fu la Paragrafazione

La paragrafazione di un testo web non è un’invenzione di adesso, in quanto risponde a una chiara necessità legata agli aspetti formali della scrittura per il web. Si tratta insomma di comprendere che se il testo sul web non si legge ma si vede, il testo non paragrafatonon si vede.

Ciò detto, dacché come diceva Luisa Carrada (amen) se piace al lettore piace al motore, Google ha cominciato a prendere in considerazione le intestazioni di paragrafo (tag H) come parametri SEO.

Suddivisione in Topic

Nel passaggio dalla paragrafazione alla topicizzazione c’è uno spostamento di attenzione dal web copywriting alla SEO semantica. Un topic è uno specifico argomento che all’interno di un articolo definisce un aspetto compreso in uno o più campi semantici. Facciamo un passo indietro per comprendere meglio questo tipo di campo.

Cos’è un campo semantico?

È l’insieme degli argomenti o topic, che Google ritiene rilevanti da un punto di vista semantico rispetto a una parola chiave specifica. Solitamente nelle prime due pagine di Google è possibile trovarli tutti. La rilevanza di un topic è data dal fatto che se ne parli nei siti di settore autorevoli. 

È sufficiente intercettare tutti i topic rilevanti di un campo semantico?

Purtroppo no. Puoi anche individuarli e inserirli tutti sotto forma di testi aperti da un’intestazione, ma se il tuo sito non è già autorevole non otterrà buoni posizionamenti a meno che non riesci ad ampliare il campo semantico di rilievo per Google, inserendo nel tuo articolo un topic diverso da quelli rilevanti, pertinente con essi e “in odore di santità”, cioè presente in più conversazioni su siti minori ma correlati.

Faccio un esempio:

Ultimamente si fa un gran parlare del programma lanciato da real Time “il boss delle cerimonie”. Su internet sono fioccate le petizioni per farlo chiudere, molti si sono indignati e ne parlano. Bene, quello è un topic pertinente con l’organizzazione di matrimoni, che però è assente dai documenti web meglio posizionati per “organizzare un matrimonio” o “wedding planner”. Una buona strategia SEO centrata sulla topicizzazione, aggiunge questo tipo di argomenti in un documento scritto per competere con altri anche più popolari nello stesso segmento. In questo caso i segnali sociali già esistenti daranno una forte spinta al nostro contenuto anche se si trova su di un sito nuovo. Si tratta di abbandonare la visione periferica e parziale della SEO basata su un’azione che produce un risultato e abbracciarne una più globale, che tenga conto degli spostamenti di attenzione naturali del traffico web.

Tutto chiaro?