Stabilisci un Contatto

by francesco 1.1K views0

Oggi ti parlo di digital PR, fornendo alcuni spunti che fanno parte delle mie pratiche quotidiane, che puoi mettere in pratica per le tue campagne di visibilità sui motori di ricerca.

stabilisci un contatto
stabilisci un contatto

Quando si pensa alle pubbliche relazioni digitali, vengono subito in mente le campagne di branding online, così come la figura del social media manager, un operatore preposto a stabilire contatti con influencer nel settore di interesse, con la finalità di portarlo a condividere una certa notizia afferente ad un marchio o ad un’iniziativa sui propri profili social.

 

Cosa c’entrano le digital PR con la SEO?

C’entrano, soprattutto se guardi alla SEO conservando un approccio aperto alla comunicazione e non chiuso dietro una stringa di codice. Se solo pensi alla link earning, considera ad esempio le foodblogger, pronte a vendersi per una “scatola di tonno”, cioè, quelle disposte a preparare e condividere una o più ricette per noti brand nel settore alimentare, semplicemente in cambio di una fornitura di prodotti. Un costo decisamente basso da pagare per un’azienda in quel settore, a fronte di una schiera enorme di persone “affamate” di nuovi contenuti da pubblicare.

Un’azienda che si muove contattando blogger di settore e proponendo uno scambio (prodotti/articoli), riesce a ottenere decine se non centinaia di segnali tra link e menzioni, dei quali Google tiene certamente conto in sede di valutazione. È una pratica scorretta? Parliamo di link comprati? Questo di certo Google non è in grado di stabilirlo facilmente, se poi la ricetta è fatta bene, tanto meglio.

 

Strategie di scambio

Quando lavoro alle digital PR, lo faccio sempre con la finalità di costruire strade che mettano in relazione soggetti diversi, ma allo stesso tempo non lontani. Hai presente quando parlo del Topic N come di un’entità pertinente e non rilevante? Ecco, mi riferisco a qualcosa di simile, solo che al posto dei argomenti e termini correlati, stavolta puoi tirare in ballo le persone e il lavoro che fanno.

 

Esempio 1: Psicologo Milano

Uno psicologo italiano può certamente tenere un blog utile a tutte le persone che cercano informazioni in italiano circa un problema psicologico o una particolare difficoltà. Magari però riceve solo al proprio studio che si trova aMilano, quindi non è visto come un concorrente dal collega psicologo di Roma che pure fa studio e tiene un blog. Lo psicologo milanese potrebbe pubblicare sul proprio blog un’intervista a quello romano su di un argomento assimilabile ad una chiave a elevato volume di ricerca, come “elaborazione del lutto”. 

Quest’azione produce intanto un contenuto nuovo (e magari utile) e può innescare una serie indefinita di menzioni sui social network o su forum di settore, in cui altri psicologi andranno a far co-occorrere spontaneamente il nome del sito milanese con la chiave elaborazione del lutto. Certo, un problema è che lo psicologo di Roma potrebbe non avere una sua rilevanza in ambito professionale e allo stesso tempo partecipi poco alle discussioni online, ma moltiplicando quest’attività e portandola a regime, si produrranno da un lato tanti buoni contenuti e dall’altro un discreto numero di segnali forti e deboli, assolutamente spontanei, come è capitato al mio Seogarden da quando ho preso a intervistare i migliori SEO italiani. Come dici? Quelli sono concorrenti diretti? Accidenti, è vero…

 

Esempio 2: Hotel a Firenze

Cos’hanno in comune le grandi città d’arte italiane? Beh, le opere d’arte, lo spirito con cui le si visita e il fatto che siano piene zeppe di alberghi e pensioni d’ogni genere. Perché non immaginare un gemellaggio tra alberghi dello stesso tipo in città diverse nei pressi di monumenti simili come basiliche, duomi o teatri prestigiosi? Non parlo di un semplice scambio link, che per altro andrebbe ad annullare la spinta, ma di creare un percorso sul sito dell’albergo di Firenze, che tracci similitudini e differenze tra tipologie di monumenti e palazzi storici nelle diverse città d’arte, segnalando per ciascuna gli alberghi migliori nei pressi di ciascun posto da vedere. Questo genere di contenuti può risultare estremamente stimolante se sviluppato bene e attirare link e menzioni spontanee.

 

Conclusioni

I romani hanno conquistato il mondo conosciuto sviluppando una tecnologia rivoluzionaria, le strade. Oggi con il web le strade si fanno liquide e le diramazioni infinite. Quale terreno migliore per ridefinire ancora una volta proprio la tecnologia che ci rese grandi.

E tu, hai voglia di fare quattro passi?