Andiamo a Rivoltare lo SMAU

by francesco 1.2K views0

smau
smau

Giovedì 11 Dicembre alle ore 15:00 farò del mio meglio per intrattenere imprenditori di tutte le età con i temi della SEO e dell’evoluzione dei motori di ricerca… è un invito per amici e parenti.

Lo SMAU (sembra una marca di mobili ma) è un grosso calderone dove da tanto tanto tempo si parla di tematiche relative all’innovazione in chiave business. Scopo dello SMAU è aiutare le aziende a colmare il gap digitale che le allontana dall’affrontare con successo i mercati globali, in cui operano aziende compiutamente internazionali.

La settimana scorsa stavo facendo una consulenza a un cliente di Milano e gli ho detto che il giovedì seguente mi sarei trovato a fare da relatore allo SMAU. Lui mi ha detto “ah, allora torni qui a Milano?” e io “no, veramente a Napoli”. Mi ha fatto una faccia tra l’attonito e l’incredulo, che voleva significare quasi “ma veramente fanno lo SMAU anche a Napoli?”, cioè forse me lo ha anche detto, non mi ricordo, ma la faccia era quella.

Ora forse mi lamenterò un po’, però mi appello alla tua pazienza di lettore appassionato di Seogarden. Ma perché un Milanese deve pensare che è strano che si faccia lo SMAU a Napoli? Siamo o non siamo la terza città d’Italia? Possibile che dobbiamo sempre fare la figura degli zulù solo perché siamo governati da uno stato a parte, fatto di invasori barbari venuti dalle fogne (cit.) oltre che da quello “ufficiale” di MAFIA CAPITALE?

I migliori sono andati via, quelli che sono rimasti sono forse antichi, costretti dalle logiche imperanti a mortificare la creatività tipica dei meridionali, ad arginare il flusso vulcanico delle idee che ribollono alle falde del Vesuvio per sopravvivere come i peggiori “magliari” e accattoni, privi di lungimiranza, senza alcuna prospettiva se non andare avanti (alle brutte) fregando il prossimo.

L’innovazione in Italia è una barzelletta che a Napoli si trasforma inmelodramma, eppure sono convinto che saranno anche le membra stanche della Sirena Partenope a rimettere tutto in marcia, in modi che ancora non riusciamo a concepire…

Intanto ai dinosauri, alle istituzioni, ai faccendieri e alla casalinga di Voghera, posso solo dire che è già cominciato. C’è una nuova specie di innovatori in Italia, di cui si teorizzava 10 anni fa, ma che nessuno pensava ce l’avrebbero fatta a sopravvivere. Invece sono sopravvissuti.

Li trovi in rete, fanno SEO, si occupano di sviluppo web, elaborano strategie di social media marketing, curano campagne di link sponsorizzati, lavorano nella sicurezza informatica, ma anche tanto altro. Lo fanno in modo evidente, ma sotterraneo per chi ancora non ha occhi per vedere. 

Negli ultimi anni abbiamo vissuto e lavorato nel sistema mondo, globale e interconnesso, mentre il sistema paese Italia si chiudeva sempre più dentro logiche familistiche bruciando capitali e potenzialità inimmaginabili. L’innovazione in Italia è l’expo 2015. Se vuoi possiamo parlarne. Allo SMAU se ne parlerà senz’altro.

Intanto, se vuoi, se ti va, giovedì non parlerò dell’expo, ma di come Google ha funzionato fin ora e di come secondo me funzionerà in futuro. Un argomento estremamente complesso, ma allo stesso tempo semplice. Non ci saranno polemiche, quelle le ho esaurite tutte qui.

Preannuncio però che stavolta mi sono preparato un bello show ricco di frizzi, lazzi e gesti inconsulti. Fosse solo per questo, non me lo perderei.

Intanto ti giro il link del programma generale e del mio intervento.

A domani