Se fai SEO, Non Terrorizzare i Clienti

by francesco 873 views0

Brevi consigli non richiesti su come avere un successo strepitoso con i clienti SEO (e non solo).

clienti seo
clienti seo

Lo ammetto, gestire la community SEO più interagita su Facebook (quindi in Italia), non è una cosa semplice. Ci sono persone che mi contattano in privato e si complimentano per la mia pazienza, confessandomi che al mio posto certe volte non riuscirebbero a mantenere la calma.

In effetti da quando i Fatti sono emersi affermandosi come “piazza” in cui si parla di SEO, sono successe le classiche 2 cose che si verificano in questi casi e che potremmo riassumere così:

Si contribuisce alla formazione e alla risoluzione di problemi pratici

Si litiga anche rispetto al sesso degli angeli

La cosa interessante è che un migliaio di Fatti fa, era molto più difficile arrivare a scatenare polemiche, quasi come se queste fossero direttamente proporzionali alla percezione che il gruppo è seguito. È in effetti è seguito.

I Fatti non hanno reso visibile solo me, ma tutti i SEO più attivi mi comunicano che partecipando alla community hanno intercettato nuovi clienti… oddio, non proprio tutti quelli più attivi.

Come rovinare un buon SEO

A prescindere dal fatto che sono contentissimo, perché posso dire di aver fatto qualcosa di buono per me e per gli altri, stando “dietro” al gruppo, riesco a percepirne discretamente gli umori e le voci. È chiaro che non sono onnipresente (devo lavorare), ma oggi credo di poter affermare una cosa di cui parlavo l’altra sera in privato con un amico:

Già i SEO hanno pareri discordanti su tanti aspetti legati al lavoro, figurati i nostri clienti, che di mestiere fanno altro. Da cosa ti aspetti che possano giudicarti se non da come ti poni?

I SEO autoreferenziali, gli attaccabrighe, gli spacconi, i saccenti, non si rendono conto che indipendentemente dal fatto di avere ragione o meno, sono sgarbati. A questi SEO vorrei dire che anche se le dinamiche possono essere simili, non siamo più nelle chatroom di 15 anni fa. Le persone ci leggono anche per scegliere a chi affidare il proprio progetto. Quanto credi sarebbe contento un cliente di rivolgersi a te sapendo che in caso di disaccordo su qualcosa, potresti mostrarti così aggressivo?

Là fuori ci sono venditori di corsi che non sanno neanche allacciarsi le scarpe, ma che fanno affari d’oro semplicemente perché sanno campare. Mi brucia tremendamente il culo (scusate il francese) nel constatare che ottimi consulenti non prendono lavori perché si comportano come troll. Insomma, anche a me piaceva Dr House, ma è solo un telefilm!

E mi dispiace quando vengo a sapere che un SEOfita e stato preferito a un altro con 10 anni di esperienza solo perché il Senior di turno si mostra duro in modo del tutto gratuito (e non richiesto). Ecco come chi sta sotto si ritrova sopra… e le situazioni si capovolgono come una macchina per il caffè, napoletana.

Fate bene, c’è in gioco più di quanto immaginate. Per tutti.