Prima della SEO, ti prego, finalizza il sito

by francesco 1.5K views0

Il miglior lavoro di posizionamento organico che potete immaginare può essere inutile se il sito non è ben finalizzato, cioè se mancano o sono espressi in modo insufficiente gli elementi che portano gli utenti alla conversione. Quali sono?

seo scuola
seo scuola

Molti seo lo hanno scritto nelle loro interviste sul mio blog, che le condizioni peggiori per lavorare sono spesso quelle in cui il cliente ti mette nelle mani un sito ormai in via di decomposizione, sul quale, per carità, non è possibile mettere le mani, per arcane motivazioni, se non per fare cambiamenti invisibili all’occhio umano, quindi solo riguardanti la SEO in senso stretto.

Certamente si dovrebbero fare distinguo tra una campagna seo che punta a fare branding e una orientata alla lead generation, ma in linea di principio è il caso di ricordare che un consulente SEO non viene pagato per ottenere buoni posizionamenti ma per produrre conversioni, cioè per aumentare il numero di transazioni tra gli utenti e l’azienda, quindi vale la pena ricordare che il traffico arrivato sul sito grazie alle attività di posizionamento organico va indirizzato opportunamente alla conversione.

Mica è compito del SEO!

È vero, com’è vero che mi spendo da sempre per comunicare l’importanza dell’iper specializzazione delle competenze. Ciò però non significa che un seo debba ragionare chiuso nel suo compartimento stagno, insomma dobbiamo capirne quanto basta di usabilità web per dire allo sviluppatore del sito (se non se n’è già accorto) di intervenire per finalizzarlo, definendo bene le call to action, stabilendo coerentemente i percorsi di navigazione utente e insomma, facendo capire bene all’utente quello che ci aspettiamo lui faccia sul nostro sito.

Insomma, un SEO non ha la responsabilità diretta se le visite che porta al sito web non convertono, ma se vuole tenersi il cliente, sarà bene che si adoperi anche per questo, segnalando, quando non proprio occupandosi in prima persona dei seguenti aspetti.

Come si finalizza un sito web (checklist)

1)   In homepage è espressa chiaramente la mission del sito?(non nella pagina mission, dico proprio nella home)

2)   I contatti sono visibili su tutte le pagine? Magari sotto forma di riferimenti nel footer.

3)   Hai un numero di telefono fisso, una partita iva e una sede fisica dichiarati nel sito? Altrimenti come ti aspetti che un utente possa darti credito?

4)   Quante e quali sono le call to action del tuo sito? es. compra questo prodotto – iscriviti alla newsletter – segnalami il tuo sito – contattami per consulenza – compila i campi per registrarti – telefonami ecc.. Sono espresse correttamente nelle pagine di destinazione della strategia seo/sem?

5)   Esiste una strategia seo/sem che indirizzi tanto il bot quanto gli utenti verso contenuti specifici? Questo ha a che vedere con la strategia SEO da un lato e con i percorsi di navigazione, quindi con l’usabilità dall’altro.

6)   I testi sul sito sono inseriti da un web content manager? Per quanto possa sembrare strano, il testo sul web non si legge ma “si vede”, quindi molto spesso perdi una conversione solo perché le intestazioni sono sbagliate o non ci sono, perché il testo è troppo piccolo, l’interlinea è insufficiente. Per questo dico sempre che a volte basta pochissimo per fare enormi passi avanti in termini di conversione, però bisogna avere cognizione di causa!

7)   Esistono call to action strategiche su tutte le pagine? Non per forza la call to action principale, ma anche una intermedia può essere espressa su tutte le pagine allo scopo di generare un lead che in seguito può convertirsi in un cliente.

Faccio un esempio

La call principale di questo blog è chiaramente “richiedimi una consulenza”, ma quella strategica “Verifica l’ottimizzazione-seo del tuo sito web” è più visibile e serve a generare un approccio con utenti che difficilmente verrebbero direttamente a chiedermi un preventivo seo. Per questo motivo la call strategica è più visibile di quella principale.

Semplice no? Ora, lo dico serenamente, se il vostro sito non funziona così, lasciate perdere la SEO, o meglio, prima di investire soldi per essere visibili su Google, aggiustate il sito, per l’amor del cielo, lo dice pure Gugol, aggiustate il sito!