Come posizionare “web marketing” in prima pagina su Google!

by francesco 909 views0

Oggi ti racconto delle strategie e tecniche SEO con le quali ho raggiunto questo risultato (tuttora visibile) per la mia vecchia società, Qadra.net. Niente teoria. Ti dico proprio come ci sono riuscito.

“Web marketing” è quella che potremmo definire una keyword blasone, il classico risultatone da mostrare ai clienti per comunicare in modo efficace che sai fare il tuo lavoro.

 

Non aumenta il numero delle conversioni, per quello avevo puntato su chiavi secondarie legate ai singoli servizi e alla richiesta preventivo, ma è comunque una chiave principale ardua da posizionare perchè intanto risponde con oltre un miliardo di risultati e poi per chi fa il nostro mestiere rappresenta proprio l’apice della visibilità…quindi immagina la competizione!

 

Cosa ho fatto e in che tempi

Ottimizzazione title: ho fatto in modo che il titolo di ogni contenuto indicizzato cominciasse con “web marketing agency…” inserendo di seguito il singolo servizio. È una pratica che di solito va evitata perchè toglie un po’ di forza ai singoli contenuti per rafforzare la chiave principale, però è naturale che anche qui si tratta di fare scelte in base a quello che ti serve. Ho lavorato a questa struttura aggiornando i contenuti del sito per 5 anni.

 

Page rank flow: è un parametro col quale si misura il rapporto in pagina fra i link che puntano all’interno e quelli che invece puntano fuori. Ho notato che la maggior parte degli operatori si limitano a tenere questo rapporto sopra il 50% in favore dei link interni per non incorrere in penalizzazioni. Io ho dato molta più importanza nel tempo alla qualità dei link esterni che inserivo nei contenuti, che per me devono essere di tipo bibliografico. A quel punto il rapporto fra link interni ed esterni può anche sbilanciarsi a favore degli esterni senza che Google ci consideri una link farm.

 

Inbound power link: il power link è un concetto che mi sono inventato per descrivere i credits che si inseriscono nel footer dei siti web e che restano visibili su tutte le pagine. L’aspetto “power” di questo link è dato dal fatto che è visibile su tutte le pagine e che il suo anchor text nel mio caso è proprio la mia chiave principale “web marketing”.

 

Article marketing: Selezionando i circuiti giusti, quindi evitando di postare articoli sul web marketing nei blog dedicati alle idee regalo, ho fornito indicazioni utili come how to, tecniche seo e punti di vista, utilizzando proprio SeoGarden come centro delle attività, linkando nei post ora il sito principale, ora quello dedicato alla formazione.

 

Proprio questo blog, con le attività di pubblicazione e di social bookmarking sui circuiti selezionati ha prodotto i risultati migliori per il sito web. Sono riuscito in 6 mesi circa (SeoGarden nasce a giugno 2011) a fare per il sito di Qadra il lavoro che negli anni precedenti era stato solo ben impostato ma che non aveva ancora raggiunto gli obiettivi prefissati.

 

Tutto qui. Alla base del successo della campagna SEO di Qadra ci sono anni di “coltivazione”, ma la spinta propulsiva è arrivata solo negli ultimi mesi, grazie al lavoro di condivisione che ho lanciato dal blog. E pensare che ci sono ancora persone che vedono i blog come perdite di tempo…

 

P.S.: in realtà le chiavi ad elevata competizione che ho posizionato in prima pagina su Google sono 3:

 

  1. corso web marketing
  2. web marketing
  3. marketing

 

Se ti stai domandando il motivo per cui svelo queste procedure, allora posso già dirti che non otterrai grandi risultati. Alla base di tutto il mio lavoro c’è la condivisione. Quella vera. Ora sono pronto a rispondere a tutte le domande che vorrai farmi 🙂