Portali tematizzati, chiedi all’esperto

by francesco 1.5K views0

Chiedi all’esperto” disse Virgilio a Dante mentre lo guidava tra i gironi dell’inferno. Oggi parliamo dell’importanza di tenere alto il livello di correlazione tra le aree tematiche di un sito web. Cosa c’entra Virgilio? Seguimi e lo scoprirai.

chiedi all'esperto
chiedi all’esperto

Nella Divina Commedia (che si scrive con le iniziali maiuscole, manco fosse la Bibbia), Dante si affida completamente a Virgilio per farsi guidare lungo il tortuoso cammino verso la luce. Ora, in quanto eccellente oratore ma soprattutto in quanto già trapassato, Virgilio ha tutti i requisiti per fare da guida al padre della lingua italiana…

È naturale fidarsi più del consiglio di un esperto di computer che di quello di un idraulico per decidere quale computer acquistare, poi magari l’esperto di pc non ha alcuna idea di cosa dobbiamo farci col computer e ci da un consiglio sballato, però questo non ha importanza a livello della percezione di affidabilità.

 

Ecco, Google funziona proprio allo stesso modo: uno dei criteri coi quali il motore di ricerca attribuisce valore ai contenuti in termini di posizionamento organico è la tematizzazione rispetto alle parole chiave correlate per singolo contenuto e per l’insieme dei contenuti categorizzati.

 

A questo punto dovrei parlare dell’attenzione da mettere nella struttura di un sito web che intendiamo posizionare nei motori di ricerca, ma in un post solo è arduo esaurire un argomento simile, quindi se hai domande specifiche non esitare a contattarmi.

 

Ma facciamo un esempio:

Giordanoshop è uno dei progetti ecommerce generici più sviluppati in Italia. Per “generico” intendo dire che vende articoli parecchio diversi tra loro, dalla tenda da campeggio al lettore mp3, dalle videocamere di sorveglianza agli articoli erotici. Nel tempo Giordanoshop, partendo da Volla in provincia di Napoli, ha costruito un piccolo impero economico.La SEO in questo c’entra pochissimo, sai perchè?

 

Anche un SEO alle prime armi riesce a vedere i problemi di ottimizzazione del portale: I “title” danno tutti la precedenza al nome dell’azienda, la gerarchizzazione dell’indicizzazione è sbilanciata verso i contenuti istituzionali invece che verso le categorie di prodotti, insomma, com’è possibile che un’azienda così importante non curi gli aspetti legati all’ottimizzazione per i motori di ricerca?

 

Semplicemente perchè a meno di non sviluppare un network di domini di terzo livello, sanno di non averne bisogno. Le differenti categorie del portale non sono tematizzate fra loro, il che rende basso il livello di correlazione tra i contenuti. Google che dal canto suo premia i siti web super specifici, in questo caso valuta che dici tante cose, ma che non sei uno specialista. Per capire in sostanza cosa pensa di te il motore di ricerca, basta chiedere a Google a quali altri siti web somiglia il tuo, attraverso il comando “related:www.nomesito.estensione”.

 

Facendo questo piccolo esperimento con Giordanoshop, certamente vengono fuori altri ecommerce, ma anche e soprattutto siti web del tutto slegati tra loro.

 

In sostanza, qualunque sito, anche più piccolo di Giordanoshop, venda prodotti all’interno di un “unico” settore, fornendo informazioni solo su quei prodotti, tenderà a ottenere risultati di posizionamento migliori rispetto a quelli di un ecommerce generico.

 

Se stai pensando a portali non tematizzati che invece si posizionano benissimo, come eBay o Wikipedia, beh, per questi illustri padreterni, lo stesso ragionamento non conta. Parliamo di strutture davvero troppo grandi con milioni di backlink. Un’altra storia.

 

Ok. Ma come fa allora Giordanoshop a vendere i suoi prodotti? Buona domanda, davvero troppo succulenta per non girartela attraverso questo post. Allora? Secondo te?