Pizzul Per le Scale

by francesco 1.2K views0

Mettiamoci insieme e vediamo se l’unione fa la forza o se invece dobbiamo continuare a darci contro e andare avanti ciascuno per la propria strada, come meteore impazzite.

pizzul per le scale
pizzul per le scale

Se hai almeno 28 anni, è probabile che da bambino tu abbia assistito ad uno dei miracoli più grandi della storia dell’umanità. Mi riferisco alla voce di Bruno Pizzul per le strade deserte, quando l’Italia era impegnata in una partita dei Mondiali di Calcio. 

Strade deserte. In ogni casa le famiglie o i gruppi di amici in raccoglimento religioso davanti al televisore, seguivano le partite come se da esse dipendesse la libertà individuale, forse la vita stessa di ciascuno. No, Pizzul non era un telecronista sportivo, ma una “staffetta” che dal fronte ci portava le notizie di guerra. Il pathos era talmente alto, che nel ’94 si disse che l’Italia giunse alla finale “nonostante” Sacchi e Pizzul, come se quest’ultimo fosse messaggero di sventura, ma non era così. In seguito ci sono stati altri cronisti delle partite mondiali, ma per me nessuno è stato come Pizzul, forse perché i tempi sono cambiati, o forse perché crescendo ho smesso di stupirmi del fatto che un’intera nazione possa sentirsi così unita per un motivo preciso, non importa quale.

 

Stare insieme

Te la ricordi quell’energia incredibile? No, non veniva dal televisore, né dalla voce di Bruno Pizzul, ma dal fatto che si stava insieme per davvero e si partecipava tutti emotivamente, spiritualmente, al progetto “mondiali di calcio”. Quando riesci a mettere insieme un gruppo di persone determinate a raggiungere un obiettivo comune, puoi già sentire nell’aria un clima di laboriosa serenità, ma quando è un intero Paese a desiderare, a sperare, direi a “pregare”, allora senti proprio che per strada c’è un’aria diversa, una vibrazione molto particolare, che sembra una magia. È il potere della condivisione allo stadio primordiale, quello in cui non c’è bisogno di postare uno stato su facebook e nemmeno di aprir bocca. Le persone si accorgono che la loro natura è quella di stare insieme perché tutto è uno, almeno per quei 90 minuti più recupero. 

Quanti prodigi potrebbero essere compiuti dall’umanità se per un momento ci ricordassimo TUTTI che la verità è che siamo già (e da sempre) tutti collegati. Invece trascorriamo un tempo infinito soggiogati dalle tenebre che offuscano la nostra mente, facendoci credere che il resto del mondo trama contro di noi, quando in realtà sei tu stesso a creare quest’ordine di cose.

 

Un Esperimento SEO

Facendo seguito ad un post recente di Roberto Varriale, voglio invitare tutti i SEO che ancora si ricordano “quella sensazione” a partecipare ad un progetto, il cui obiettivo non è posizionare un sito web per la keyword “mondiali di calcio”, ma fare fronte comune per posizionare la keyword “mondiali di calcio”. Selezioneremo insieme un sito web che si occupa di sport e gli chiederemo di “prestarci” la sua categoria di articoli dedicati ai mondiali per migliorarne il posizionamento. Chiaramente il sito web che sceglieremo beneficerà del nostro lavoro, ma questo non ci deve interessare più del fatto di scoprire qualcosa che un tempo conoscevamo benissimo e che crescendo abbiamo dimenticato.

 

Un esperimento per stupirsi

Solitamente i test servono per dimostrare o smentire che una certa tecnica funzioni. Secondo me i test lasciano quasi sempre il tempo che trovano, perché se parliamo di SEO, non è possibile riprodurre le stesse condizioni due volte esattamente allo stesso modo. Posso dimostrare che usando link e stemming semantico riesco a ottenere un certo posizionamento in un certo momento storico, ma per dimostrare che riesco a fare la stessa cosa solo con la semantica, senza ricorrere ai link in ingresso, dovrei tornare indietro nel tempo e ripetere il test con le nuove condizioni sullo stesso progetto web. Testare su un altro sito web, per quanto simile, manda in malora le condizioni sperimentali che mi consentirebbero di fare inferenza in modo davvero oggettivo.

Questa è la semplice verità per cui I SEO LITIGHERANNO SEMPRE.

A me tutto questo non interessa, voglio solo tentare di far emergere qualcosa di più facile e primitivo. Quando le persone co-operano e spingono nella medesima direzione, le loro forze non si sommano, ma si moltiplicano. 

Vediamo insieme se è vero?