Hashtag di facebook e ottimizzazione SEO

by francesco 1.5K views0

È di pochi giorni fa l’introduzione degli hashtag “nativi” per facebook, che non rispondono più solo all’integrazione con twitter ma aprono una nuova ricerca tutta interna alla piattaforma di Zuckerberg. Chi è d’accordo, chi contrario, ad ogni modo siamo davanti a una rivoluzione di cui il web parlerà a lungo. Cominciamo dalla #SEO.

hashtag facebook
hashtag facebook

Mercoledi mi sono accorto che su Seogarden il modulo twitter aveva smesso di funzionare, allora ne ho cercato un altro, poi un altro, ma niente, non ne ho trovato un solo che funzionasse. In preda a disperazione sono andato a vedere su webinfermento emarketingarena, due realtà che seguo, ma anche lì per ora, il modulo twitter è rotto. Cos’era successo?

Ho pensato che twitter stesse aggiornando le api e ora con questa nuova introduzione degli hashtag per facebook ne conosciamo anche il motivo.

 

Si salvi chi può!

Questo sarà stato l’urlo che il signor Twitter avrà lanciato ai suoi sviluppatori dopo aver hashtaggato su facebook la foto di sua nonna al mare con il telefono in mano, sicuro che sarebbe finita su twitter e invece no, quell’hashtag su facebook era diventato un link e cliccandoci sopra il signor Twitter ormai paonazzo si era ritrovato davanti una finestra con tutti i post facebook organizzati per quell’hashtag, corredati di foto, video, brani soundcloud e chi più ne ha più ne metta.

 

È una maledetta rivoluzione!

Questo non lo so se lo ha detto il signor twitter, però lo dico certamente io, che non ho i suoi soldi né le sue intuizioni, però uso facebook tutti i giorni e sono consapevole della portata in termini dello sviluppo di comunità per un simile upgrade della piattaforma.

Ogni persona interessata ad un argomento può leggere i post correlati scritti da amici, pagine o altri utenti sconosciuti direttamente su facebook esattamente come succede ora su twitter, con la differenza che facebook fornisce i file multimediali allegati direttamente al post ed ha un miliardo di iscritti.

 

Come usare gli hashtag di facebook per la SEO

Secondo me questo upgrade di facebook può essere molto utile per fare ascolto nella fase preliminare, quando sei alla ricerca delle keywords correlate secondarie e laterali. Diventa molto più facile segmentare il pubblico di riferimento per comprenderne necessità e desideri, allo scopo di orientare meglio un piano editoriale, quindi la content strategy da un lato e l’ottimizzazione SEO on page dall’altro.

Prevedo che nel prossimo futuro i software che analizzano i big data per fare etnografia digitale si adegueranno alle nuove api di facebook (che spero vengano rese disponibili), per consentire ai ricercatori di comprendere ancora meglio le dinamiche interne alle tribù digitali e quelle intercomunitarie fra pubblici diversi ma correlati.

Si potranno effettuare mappature più accurate, specificando meglio le informazioni sui nodi centrali e su quelli periferici all’interno di un network localizzato per hashtag.

Sarà più facile e (spero) economico.

Presto scriverò dei primi riscontri sugli hashtag per facebook e su come migliorare in base ad essi la portata delle pagine fan. Intanto vorrei chiedervi di raccontarmi tutto quello che vi viene in mente su quest’argmento: suggestioni, idee, pareri o primi riscontri.

È più importante di quello che sembra!