Guadagnare con Adsense

by francesco 1.4K views0

Proprio ieri una vecchia conoscenza mi ha fatto una domanda a bruciapelo su facebook: come mi consigli di organizzare un progetto per guadagnare con le pubblicità? Una domanda semplice non dovrebbe mai avere una risposta complessa. Vediamo di capirci qualcosa…

Guadagnare con Adsense
Guadagnare con Adsense

Ricordo che Nel 1996 un amico mi disse di un tale che guadagnava soldi senza far niente, perché aveva realizzato un sito web e ci aveva messo sopra le pubblicità.

All’epoca, davanti al mio primo pc connesso ad internet osservavo stupefatto come fosse possibile comunicare via chat con persone dall’altra parte del mondo. Tutto era possibile. Perfino fare soldi in un modo tanto assurdo come attraverso i click che gli utenti fanno sui tuoi banner.

Mi dissero all’epoca che l’idea era venuta a quel tizio e che non ci sarebbe stato modo di replicare la sua impresa. L’aveva già fatto lui, quindi ormai non si poteva fare più: lo so che ti sembra assurdo da leggere oggi, ma cosa ne volevamo sapere noialtri nel ’96?!

Vuoi fare soldi con AdSense?

(veniamo al dunque).

1) Sai montare un blog?

2) Sai anche gestirne l’aspetto secondo le necessità?

Se hai queste competenze possiamo cominciare a ragionare su quello che conta veramente, ovvero scrivere qualcosa di interessante e maledettamente utile per l’utente medio del web. Scomponiamo quest’affermazione a partire dal dato che più spesso viene sottovalutato: chi cavolo è l’utente medio?

L’utente medio oggi come oggi non sei tu che stai leggendo il mio blog tecnico sul SEO, ma neanche gli utenti di wired o le mille ragazze che scrivono su alfemminile.com o su Yahoo answers. Come fai a essere l’utente medio se stai dalle 4 alle 10 ore al giorno su internet?

Riferisciti invece a chi naviga per non più di 2 ore al giorno (lo so che ti sembra incredibile ma ci sono persone così) e offrigli informazionidi nicchia o estremamente specifiche.

  • Argomento di nicchia: blog sui Bersaglieri | raduni, eventi e storie dell’arma.
  • Argomento ultra specifico: Blog sul turismo in Indonesia.

La difficoltà a questo punto è che nel primo caso devi avere contatti diretti con l’arma dei Bersaglieri in modo da offrire una serie di post veramente utili e interessanti. Hai un nonno bersagliere?

Nel secondo caso invece la cosa da fare sarebbe trasferirsi a vivere in Indonesia e scrivere da li in italiano un blog con tutte le informazioni specifiche e aggiornate sul territorio: un’autentica miniera d’oro per chi sta pensando di fare un giro da quelle parti.

Se hai la possibilità di tirar su un progetto così, preparati entro un anno a contare i soldi, perché stai facendo qualcosa di utile per l’utente medio e ti stai muovendo prendendoti tutto il traffico di una nicchia.

Detto questo devi essere bravo a gestire e ottimizzare la presenza degli annunci pubblicitari. Non c’è alcun bisogno di essere invasivi inondando il desktop delle persone con popup e popunder oppure con quelle maledette finestre che ti bloccano lo schermo a meno che tu non ci clicchi sopra.

Basta che l’utente medio acceda alla risorsa che cerca e subito affianco ad essa trovi un messaggio pubblicitario pertinente (San Google penserà a questo) et voilà, il gioco è fatto.

Che ne pensi? Ci sono domande?