Fatela finita con l’ottimizzazione SEO

by francesco 1K views0

Oggi mi perdonerete ma mi devo sfogare perché sono veramente stufo. Nello specifico ce l’ho a morte con gli “ottimizzatori selvaggi”, i SEO vecchia maniera, quelli che lavorano al posizionamento con i software di monitoraggio sempre aperti…viviamo nel presente. Sveglia!

seo selvaggia
seo selvaggia

Mi arriva l’ennesimo preventivo da parte di un imprenditore che dichiara di aver già avuto diversi interventi SEO sul sito ma di non aver visto reali cambiamenti in termini di traffico generato dai motori di ricerca. Come sempre vado a dare un’occhiata e mi trovo davanti l’ennesimo sitone straottimizzato, di quelli con il seo doctor che oscilla fra il 98 e il 100% su tutte le pagine. Dirai, dov’è il problema? Nessuno, solo che il sito comunica malissimo, i testi non si leggono (non si vedono nemmeno), il progetto editoriale è tutto sbagliato…però ragazzi, i tag sono tutti a posto…

 

 

Un altro buon esempio da mostrare durante il corso SEO. Ci sono ancora tantissimi operatori che si limitano a interpretare alla lettera l’acronimo SEO (search engine ecc. ecc.) concentrando tutta la loro attenzione su aspetti che non interessano più ai motori di ricerca ne tanto meno agli utenti.

  • “Ma insomma, come faccio a fidarmi visto che ho già investito tanti soldi in attività seo senza vedere risultati?”
  • “Eh, caro il mio, che ci posso fare se ti sei fatto ottimizzare il sito da topo Gigio?”

I primi testi pubblicati sull’ottimizzazione seo, uscirono in collane rivolte ai web master. Le ultime e più brillanti riflessioni sulla seo, sono invece rivolte ai marketers e agli esperti di comunicazione web.

A fine novembre 2011 possiamo dire con cognizione di causa che se parliamo di attività seo on page, sono senza ombra di dubbio le linee guida sull’usabilità a occupare il posto d’onore.

Allora, dopo questo sproloquio, per favore, vogliamo dare un occhiata all’interlinea, alle dimensioni e al colore di body font e intestazioni? Vogliamo vedere in che posizione far comparire quali voci di menu? Vogliamo magari addirittura smettere di giustificare il testo?

Luisa Carrada scrive: “se piace al lettore, piace al motore”. Accidenti ma è così ovvio!

Domani devo scrivere a quest’imprenditore e dirgli che l’ottimizzazione del suo sito è insufficiente. Lui mi dirà che ha già speso un fantastilione di quattrini e che non è più disposto a investire quanto gli viene chiesto in queste attività che non si capisce cosa sono…e io se permettete, mi incavolo!

…ecco, tutto qui. Ho fatto il post di protesta… 😛