Discorso di Capodanno a Browser Unificati

by francesco 1.1K views0

Capodanno 2016, ma è davvero un giorno speciale? C’è veramente da augurarsi qualcosa o i buoni propositi nascondono un demone da cui dobbiamo disintossicarci? Mistero…

Messaggi di auguri sparsi, alcuni ironici, altri zuccherosi, certi sarcastici. Tutti stanno lì ad augurarti qualcosa per il 2016, come se in qualche modo il calendario abbia la responsabilità di renderci felici. Ma perché devo augurarti che il 2016 ti conduca al successo e alla felicità? Io ti auguro di agguantarle subito queste cose, ché non sono i buoni propositi a fare la differenza, ma il fare.

Guarda le cose

Il primo augurio che voglio farti è di guardare le cose, non quello che pensi di esse, né quello che gli altri pensano, ma solo le cose. Kant direbbe che non è possibile, ma solo perché era troppo vecchio per ricordarsi come si fa. E se c’è qualcosa che vuoi fare falla subito, non aspettare… e se c’è qualcosa che non vuoi fare, non farla più… non aspettare.

La SEO nel 2016

I fattori di ranking nel 2016 saranno sostanzialmente gli stessi del 2015, ma c’è una direzione interessantissima che vede via via Google premiare i contenuti fatti bene, quelli che si lasciano fruire, quelli strutturati, quelli che rispondono alle domande giuste e pure alle altre, quelli che ti portano da qualche parte e sostanzialmente soddisfano bisogni. 

I siti trust sono destinati a precipitare rispetto ai contenuti trust. Ecco la vera buona notizia per i SEO. I link esterni continueranno a spingere, ma sempre più tenendo conto dell’affermazione precedente e questo è fantastico, perché significa che possiamo posizionare le nostre ricette di cucina anche se non siamo Giallo Zafferano, i nostri cardiofrequenzimetri anche se non siamo Amazon, le nostre scarpe anche se non siamo Zalando. Si tratta e si tratterà sempre più di fare un buon lavoro, tenendo sempre presente che i colossi citati prima non scherzano, per niente.

Ignoranza e mediocrità

Ecco cosa ti auguro, di essere ignorante e mediocre , perché credo siano virtù importanti, l’ignoranza ti consente di imparare, la mediocrità di emergere. I “sapienti” non studiano, chi brilla non fa altro che brillare in modo piatto, senza dinamica né espressione, lo vedi già succedere.

Come sviluppare il tuo sito web?

Se monetizzi col sito, concentrati sul togliere tutti i link inutili, TUTTI. Lavora per ottenere una struttura pulita e tale da far muovere gli utenti verso altre pagine pertinenti con la loro ricerca originale, non verso gli ultimi articoli o verso l’articolo precedente / successivo, che magari non c’entrano niente. Lavora sui tempi di apertura di pagina, ché gli utenti sono spietati, ottimizza bene la visualizzazione degli annunci pubblicitari facendo respirare i tuoi contenuti e cura la visualizzazione da mobile, che ormai è più importante di quella da desktop… e meno male che Seogarden non monetizza con le pubblicità (tranquillo, prima o poi lo cambio). 😛

Fanne quello che vuoi

Le cose capitano quando devono capitare, si tratta di saperle aspettare. Saper aspettare non significa però stare fermi a immaginare il futuro, ma rimboccarsi le maniche e costruirlo. 

Non investire i tuoi soldi in formazione, investili per imparare. Sembra uguale, ma ho scritto due cose diversissime. Lavora su te stesso e mentre cammini verso l’illuminazione fai qualunque cosa.

Qualunque cosa, fai.

Buon 2016