La Comunicazione Nella SEO

by francesco 1.2K views0

hangout fatti
hangout fatti

Il primo degli hangout targati Fatti di SEO avrà come tema la comunicazione e la divulgazione del nostro lavoro tra noi e verso l’esterno. Si terrà il 16 alle 16:00. Più facile di così!

Il dado è tratto. Ho commesso l’errore più grande della mia vita invitando Emanuele Vaccari a discutere con me e Ryuichi Sakuma del livello della comunicazione nel nostro settore! L’altro ieri siamo rimasti per più di un’ora a parlare su Skype di come avremmo voluto affrontare l’argomento e via via i temi hanno preso forma. Sì, ci sono idee che vorremmo condividere con voi, aspetti interessanti che ci piacerebbe fossero presi in considerazione, perché potrebbero cambiare il modo di vivere la (e di) SEO in Italia. Insomma, come dico sempre, qui si fa la SEO o si muore.

Table of content

La verità è che il buon Emanuele (spoiler) ce l’ha a morte con un certo modo di intendere il professionismo, per cui dirà cose sgradevolissime all’indirizzo di personaggi innominabili, mentre Ryuichi, ormai in odore di santità, cercherà di gettare acqua sul fuoco. Ecco, in tutto questo teatrino, io mi troverò nel mezzo tra il diavolo e l’acqua santa. E questo per ridere.

Invece, parlando seriamente

È fin troppo facile notare che esistono due modi distinti di parlare di SEO, il primo è quello “all’americana”, dove ci si attacca pure in modo feroce, ma sempre correttamente e nel merito, il secondo è quello più provinciale, tutto italiano, in cui “quelli bravi” decidono chi merita attenzione e chi no, sulla base di conoscenze che non divulgano per non offrire vantaggio competitivo.

Lo stato dell’arte nella divulgazione SEO

Parleremo di cosa vuol dire o di cosa dovrebbe voler dire divulgare la SEO. Di cosa ci serve per crescere insieme, di come comportarci rispetto a quelle che riteniamo essere informazioni scorrette e di come affrontare il nostro mestiere tenendo conto di più aspetti diversi, in modo compiutamente multidisciplinare. Soprattutto proveremo a rispondere ad una delle domande che frullano nella testa a molte persone che si avvicinano al nostro mondo: 

Fare SEO è facile o difficile? E perché?

C’è chi divulga il lavoro di altri, come fanno Giorgio Tave ed Emanuele, che ogni settimana ci raccontano il loro punto di vistasulle notizie principali che riguardano il web marketing (Giorgio) e sulla SEO (Emanuele). Fanno un lavoro assolutamente fondamentale, per tanti utilissimo.

C’è chi divulga le cose che studia e che mette in pratica in prima persona, come Danilo Petrozzi o come faccio io (nel mio piccolo) oltre che tanti altri. In questo caso il divulgatore non guarda verso l’esterno ma si concentra sul proprio esperito quotidiano, tirandolo fuori e presentandolo agli altri. 

C’è chi divulga a scopo di formazione, in modo gratuito e/o a pagamento. Penso ad operatori come Jacopo Matteuzzi, Emanuele Tolomei, Giorgio Tave, lo stesso Ryuchi Sakuma che praticamente passa le sue giornate a fare consulenze gratuite, come del resto capita a tanti altri compreso il sottoscritto, senza volermi mettere al pari di questi supereroi.

Ci sono i tester, come Domenico Puzone, Benedetto Motisi, Salvatore Della Pepa, Dario Ciracì e tanti altri che pubblicano riscontri e case study per la loro e la nostra gioia. 

Piccoli o grandi, quando decidiamo di condividere e offrire un po’ del nostro tempo agli altri, siamo tutti uguali. Non c’è il guru, non c’è il seofita, solo persone innamorate che lavorano insieme per risolvere un rompicapo. Ma in questa caccia al tesoro, giochiamo davvero tutti nella stessa squadra?

Da che parte va la comunicazione nel nostro mondo?

Lo scoprirai giovedì prossimo alle 16:00, collegandoti in Hangout con noi (pubblicherò il link).

Intanto sottoponici le tue domande inerenti l’argomento che tratteremo. Leggeremo in diretta le più interessanti e proveremo a rispondere.

Speriamo di lasciarti con qualche idea buona su come vivere la SEO, prima e più che come farla.

Ci vediamo?