Facebook ads può incidere nella SEO?

by francesco 1.090 views2

È solo una delle domande che abbiamo preparato per Michael Vittori, il “Bearzot” del market digitale italiano. L’evento in “Big Money Edition” si terrà come sempre sul canale Youtube dei Fatti di SEO venerdì 12 maggio alle 17:00.

Negli ultimi anni Michael si è specializzato sul tema facebook ads, diventando già un punto di riferimento in Italia. Per questo motivo abbiamo deciso di torchiarlo per bene, facendogli tutte le domande che gli porresti tu stesso se ti desse udienza, cosa che non avverrà perché è troppo impegnato a fare i biiiiig monneeeiii! (ovviamente si scherza, Michael è un amico ed è persona garbatissima).

 

E il motore di ricerca di facebook?

Sappiamo già che una campagna Google AdWords non ha un impatto diretto sul ranking organico in Google search, ma può averne uno indiretto fortissimo a seconda di com’è fatta la pagina d’atterraggio della campagna e di quanto il prodotto servizio impatta positivamente sugli utenti. Ma se Google è ormai capace di leggere questi segnali “social” sia endogeni che esogeni, come la mettiamo con facebook che è proprio un social network, anzi IL social network?

Insomma, se un SEO si occupa di ottimizzazione per (tutti) i “motori di ricerca”, non dovrebbe occuparsi anche di quello di facebook? Se nel mdr di facebook scrivo “Fatti di”, il primo risultato che vedo è il gruppo dei Fatti di SEO. Ma un utente appena iscritto a Facebook cosa vedrà? Il gruppo più numeroso? Quello più interagito? Quello che ottiene più menzioni da altri profili facebook? Credo che un SEO dovrebbe saper rispondere a domande simili, non dico rispetto a tutti i social network, ma almeno su facebook e twitter sì.

 

L’impatto di una campagna sponsorizzata su Facebook

Quando dai un soldino a Zuckerberg, il tuo post diventa visibile verso la platea che hai selezionato in funzione dell’investimento. Se posso immaginare che la sponsorizzazione non abbia alcun contraccolpo sugli aspetti “organici” dell’algoritmo in base al quale facebook decide quale post mostrarti prima in bacheca, posso solo supporre che una forte interazione sul post sponsorizzato possa portare ad un aumento dell’interazione naturale sulla pagina a cui il post è collegato, aumentandone la visibilità indipendentemente dalle sponsorizzazioni.

Ipotesi, solo ipotesi ignoranti sviluppate da un appassionato di motori di ricerca. Ma non temere, parleremo anche di questo con Michael, perché l’argomento è davvero troppo interessante per non indagarlo a fondo.

 

Le domande per Michael Vittori

1) C’è differenza tra progettare una campagna fb ads per vendere un prodotto/servizio e per fare branding?

2) Utilizzi strumenti di test in particolare per valutare l’efficacia di un annuncio?

3) Le pagine d’atterraggio di una campagna fb ads devono avere particolarità rispetto a quelle che accolgono utenti provenienti da altri tipi di sponsorizzazione?

4) Quali sono le 3 cose più insospettabilmente efficaci rispetto alle fb ads?

5) Cosa si intende per “ottimizzare” una campagna su Facebook?

6) Hai mai riscontrato correlazioni (di qualunque tipo) tra campagne fb ads e miglioramenti del posizionamento su Google?

7) Cosa non deve mai esserci in un annuncio e cosa invece deve esserci per forza?

 

Come sempre ti invito a iscriverti al canale Youtube dei Fatti di SEO e a frequentare il gruppo per rimanere aggiornato su tutto.

A venerdì!