Esplorazione semantica latente

by francesco 1.817 views6

SEO Hero
SEO Hero

Bellissimo il nuovo tool rilasciato da Walid Gabteni, un SEO madrelingua francese che come vedi ho avuto modo di intervistare un po’ di tempo fa. Facemmo una lunga chiacchierata su Skype e ricordo bene che ragionammo insieme di come sviluppare un tool davvero utile per chi si occupa di SEO semantica, vale a dire per chi studia i diversi contesti di significazione nel tentativo di avvicinare documenti web ad altri basandosi sulla ricerca, l’esplorazione e lo studio dei significati. Lo scopo, ricordiamolo, è aumentare la rilevanza di pagine web lavorando su segnali interni ed esterni capaci di integrare un buon profilo di link in ingresso o talvolta addirittura di sostituirlo.

 

Ecco SEO HERO

Walid definisce come Esplorazione Semantica Latente le funzioni di questo interessante tool, già molto apprezzato nella community dei Fatti di SEO. Serve fondamentalmente ad aumentare l’attinenza dei documenti web ai quali lavori, sfruttando la più grande debolezza dei nostri concorrenti, il fare keyword research sempre alla stessa maniera.

Quando effettui una ricerca con SEO hero, il software prende i primi 100 risultati ed estrae tutti i termini importanti che in un database, per restituire in output termini secchi e composti da due o tre parole.

 

Funzioni principali

DF document frequency: indica la frequenza in percentuale di un termine tra tutti i risultai esaminati

W word: media del numero di parole trovate sulle pagine analizzate

Occur occurrency: Numero medio di volte che la parola è stata usata nelle pagine in cui è stata trovata

TF term frequency: Densità della parola chiave (non prestarci troppa attenzione)

HTML: in quali tag html è stato utilizzato il termine (H1 – H2 etc.)

TXT: colpo d’occhio su tutte le frasi in cui il termine è stato utilizzato.

LT Long tail: suggermenti per integrare la parola nel testo e per altre parole chiave

 

Perché mi è piaciuto

Perché una volta tanto si è pubblicato un software che non si limita a mostrarti i suggerimenti di Google. Ci sono tools in questo senso che adoro come Answerthepublic, perché integrano le preposizioni come particelle all’interno delle query di ricerca. Un altro tool, forse già più simile a SEO Hero è Niche Laboratory, che pure scansiona le serp in profondità, producendo grafici e tabelle, insomma il principio è lo stesso, ma il design del progetto è un po’ diverso, comunque da provare.

 

Risolve il problema della SEO Semantica?

Purtroppo ancora no. Il software di Walid è veramente eccezionale (e quando consentirà l’export CSV sarà ancora meglio), ma ancora non riesce a sostituire ciò che a più riprese ho definito lo sguardo di un SEO. Rimane un aiuto validissimo per guardare le serp in profondità, ma gli manca l’analisi trasversale delle serp, senza la quale è impossibile tracciare un vettore semantico. Cosa dico a Walid? Intanto grazie di cuore, poi se gli va di fare un’altra chiacchierata possiamo approfondire…

  • Interessante l’idea di non linkare a SEO-Hero nel tuo articolo su SEO-Hero 😀

    • Ho semplicemente pensato che non occorresse.

      • Non volevo trollare ovviamente! Era un’osservazione sincera (metto le mani avanti sia mai che..). Probabilmente a SEO-Hero non occorre, ma all’utente che legge si (?)… non che scrivere su Google “SEO hero” sia difficile o lungo… e nemmeno cliccare sul video e poi da lì il link…. però lato utente lo vedevo comodo (ok che gli utenti del tuo blog di sicuro non sono la “sciura maria” alla ricerca di info SEO 😀 ) – anche xche agli altri tool linki direttamente… per questo mi è saltato all’occhio.

        • Ho fatto lo stesso ragionamento, anche se non c’è un vero motivo per cui non ho messo il link. Altre volte lo faccio. Vediamo se cambia qualcosa…

          • ah ok ok , pensavo ci fosse un motivo tecnico o un test in atto ed ero curioso 😉

  • Tanta roba…
    E ora c’è anche l’export in CSV.
    😉