Attività di Mantenimento SEO Estive

by francesco 800 views1

Se avete lavorato sodo fin ora, è arrivato il momento di andare in vacanza, ma prima, facciamo il punto su come manutenere e gestire la link building nel periodo di agosto, così, fra una zumba e un calippo…

attività mantenimento seo
attività mantenimento seo

Intanto vorrei approfittare di questo spazio per ringraziare tutti quelli che continuano a inviarmi richieste di valutazione per l’ottimizzazione SEO attraverso il blog. Sono in vacanzissima, però prometto di rispondere a tutti entro qualche giorno.

Detto ciò, vorrei condividere con chi mi segue (amici e parenti), alcune considerazioni sul lavoro di un SEO in questo caldo mese di agosto, partendo da una premessa:

Se sei un maledetto stacanovista come il sottoscritto e oltretutto hai imbroccato le strategie corrette per i progetti SEO che stai seguendo, allora fondamentalmente non hai bisogno di farti odiare dalla moglie o dalla fidanzata pur di seguire lo stesso ritmo di lavoro che hai tenuto fin qui, per 2 motivi:

1)   I risultati di un buon lavoro SEO in alcuni casi si vedono per anni, non sarà un solo mese a farti precipitare nell’abisso oltre la decima serp.

2)   Anche i tuoi competitor, o comunque la maggior parte di essi, rallenteranno o in alcuni casi arresteranno la propria attività, quindi nella stasi totale le serp tenderanno generalmente a restare ferme.

 

Attività di mantenimento SEO

Ogni sito web si muove all’interno di un segmento in cui i competitor più popolari ricevono un certo numero di link (più o meno spontaneamente) da altri siti web pertinenti e importanti. Il gioco è studiare i competitor e capire quanti link ricevono, da quali siti web e soprattutto con quale frequenza, e dopo aver ottimizzato correttamente il sito, produrre una frequenza di link in ingresso leggermente superiore a parità di livello o anche inferiore se di qualità più elevata.

Se affronti la link building in modo analitico, sai che i siti web sono come piante di specie diverse: alcuni necessitano di molta acqua (link), altri come i cactus hanno bisogno di una quantità di acqua minore e di essere innaffiati meno frequentemente. Insomma, quanto devi lavorare in agosto, dipende dal tipo di sito che segui e dalla frequenza di link necessaria.

 

Misura e buon senso

Ora, se il progetto è facile (da 2 a 6 link/settimana), puoi anche ridurre il lavoro a un link/settimana, cioè praticamente fermarti.

Se invece pure hai un piede a mollo e la tastiera incrostata di salsedine, ma fino a ieri mettevi fuori 15 link al giorno verso lo stesso sito (che sono tantissimi), va bene ridurre, ma cerca di non arrestare completamente il lavoro, perché Google potrebbe accorgersi che quei link non erano naturali e penalizzarti il sito. Non si arresta brutalmente la corsa di un’auto che viaggia a 300 km/h, per capirci.

Insomma, con misura e buon senso, puoi arrivare a tagliare la frequenza della produzione di link anche del 70 – 80%  e goderti questa caldissima estate.

E buone vacanze a tutti 🙂